Penni Phi – Illustration, draws and graphics

Caterina Dufi - Header Graphic Habitat
Caterina Dufi X Graphic Habitat Magazine
1 agosto 2017
header-gh-sandcreek
SandCreek’s Massacre – Beta Relase.
8 luglio 2017

Penni Phi – Illustration, draws and graphics

header penni phi
Oggi incontriamo Benedetta F. in arte Penni Phi, illustratrice e disegnatrice salentina, scuola 1993, che ha frequentato la scuola del fumetto Lupiae Comix di Lecce, dove ha potuto imparare le basi del disegno e le varie tecniche artistiche, dalla colorazione manuale a quella grafica al computer.
- Ciao Benedetta, parto con qualche domanda classica e forse un po’ banale, ma dovuta.
- Nessun problema, è un piacere essere intervistata, significa che quello che faccio piace ed è arrivato a qualcuno nei suoi concetti e nel suo “aspetto”.
- Molti dei tuoi disegni ed illustrazioni racchiudono sentimentalismo e sembrano esprimere qualcosa di privato e psicologico, come intendi l’arte nel suo concetto più generale ma anche da un punto di vista totalmente personale e privato? Cos’è per te l’arte e il disegno?
- Sentirti parlare in questi termini di ciò che faccio mi compiace ma anche imbarazza poiché questo evidenzia quanto io mi metta a nudo tutte le volte che do vita a una mia “opera”.
C’è chi per alleggerire la propria mente, usa la penna per sfogare parole che restano rinchiuse in un diario, io invece uso la matita e i colori per farlo ed è inevitabile che anche da un disegno si possa leggere ciò che non scrivo.
L’arte è questo per me: è bellezza per gli occhi di chi la osserva ed è lo sfogo criptato e la voglia di essere capita solo da chi vuole cogliere il mio messaggio.
- Cosa influenza di più il tuo processo creativo e la realizzazione di una nuova illustrazione? E soprattutto, lecito chiederlo dato che spazi dallo stile fumettistico grafico alla pittura ad acquarello, come scegli la tecnica più adatta a un particolare concetto e soggetto? - E’ banale dirlo ma ciò che influenza il mio processo creativo è l’umore. Ed in base ad esso scelgo anche la tecnica di colorazione e di disegno. Quando sono rilassata, in pace con me stessa, piace manifestarmi col fumetto e la colorazione digitale. Mi dedico all’acquerello, invece, quando voglio dare il meglio di me e sfogare la mia parte più vulnerabile e segreta. Sento come se questa tecnica dia la possibilità di intrappolare l’impulso emotivo con maggiore eleganza. Ogni schizzo di colore è un emozione svelata.
Se nella mia arte esiste una musa, beh, quella è la malinconia e la seduzione che ne comporta.
- Rivendendo alcune tue opere, vedo rappresentati soggetti di serie TV o frasi di canzoni famose. Quali sono i temi che preferisci di più rappresentare? Cosa ne pensi del mondo della fan art, alla quale si potrebbe dire far parte la tua illustrazione ispirata a “Stranger Things” ?
- Penso che attualmente sia più difficile che la gente provi interesse per opere artistiche personali di qualcuno di emergente, è per questo che spesso mi dedico alle fan art, sperando di arrivare ad un pubblico più vasto.
Nonostante io preferisca dedicarmi ad opere proprie e più astratte, confesso che non mi dispiace applicarmi anche su argomenti relativi alla musica e alle serie televisive. Riuscire a mettere del mio, modificando qualcosa già esistente, aiuta a conoscermi meglio in quanto riesco, così, a capire quali siano i miei tratti distintivi nel disegno.
E’ sempre un modo per conoscersi e riconoscersi, in sintesi.
- Quali sono le tue ambizioni per il futuro e per la tua arte?
- Nel campo artistico è difficile fare pronostici, perché è un settore molto competitivo e ancora troppo sottovalutato. A volte la gloria appaga, ma non paga. Vorrei poter rispondere “mi piacerebbe vivere grazie all’arte” ma l’unica cosa certa, che per ora posso dire, è che vivo per l’arte.
Progetti in cantiere ci sono, ma ancora top secret. Se tutto va bene, nel 2018 ci saranno delle novità.
Restiamo quindi in attesa di scoprire la crescita artistica di Penni Phi e le novità che ha in serbo per noi.
Intanto possiamo seguirla su:
Facebook “Penni Phi e i suoi ghirigori