Cristina De Paola – L’importanza dello sguardo

manifesto shalablala
Conversazione.
20 settembre 2017
levis-carrol
Lewis Carroll – Stancil Portrait on the streets
20 settembre 2017

Cristina De Paola – L’importanza dello sguardo

judeheqader

judeheqader

Oggi con noi Cristina De Paola, che inaugura un nuovo “campo artistico” qui su Graphic Habitat, difatti oggi si parla di Fotografia, ovviamente, direttamente, attraverso l’occhio di una fotografa!
- Ciao Cristina, benvenuta su GH, parto subito con una domanda molto spontanea: la tua produzione fotografica conta generi differenti e risultati vari, ritratti, autoritratti, paesaggi, foto di viaggi e momenti di vita quotidiana, ma qual è il genere fotografico che più preferisci? (e perché?)
Mi viene subito in mente la fotografia di reportage; probabilmente perché mi affascina il modo in cui fotografi del "settore", come ad esempio Koudelka, hanno raccontato tramite immagini eventi storici di grande importanza.
Anche se tendenzialmente non amo identificarmi con un genere specifico.
- Quali sono i concetti chiave della tua produzione e i messaggi che vorresti trasmettere con la fotografia?
Mi piace fotografare ciò che attira di più la mia attenzione, durante le mie esperienze, i miei viaggi e la mia quotidianità. Spesso il mio interesse si rivolge principalmente a paesaggi urbani, probabilmente perché alcuni studi che ho svolto tempo fa sulla figura del flaneur e sull'esplorazione urbana come presa di consapevolezza di se stessi mi hanno particolarmente colpita. Non ci sono dei messaggi ben definiti, mi piace sapere che altri sguardi possono osservare, tramite lo scatto fotografico, il mio punto di vista, le mie impressioni sulla realtà.
- Cosa ti ha spinto e convinto che lo strumento fotografico fosse quello adatto al fine di realizzare qualcosa che, artisticamente parlando, ti rappresentasse?
Il fatto che quando penso ad un idea da comunicare o ad una necessità da esprimere, mi viene spontaneo ragionare attraverso immagini e, appunto, scatti fotografici. In generale mi sento molto a mio agio ad utilizzare la fotografia come mezzo espressivo, soprattutto quella analogica.
- Qualche nome di artisti famosi che ti ispirano e ti spronano nella tua crescita artistica?
Stephen Shore, Joel Meyerowitz, Walker Evans, Vivian Maier, Elliott Erwitt.